DI MICHELE PIZZOLATO

A chi blatera di M5S di destra ricordiamo gli atti fondamentali del M5S:
1. Rodotà – già Presidente DS – proposto presidente della Repubblica, PD contrario;
2. Freccero in Rai – il PD ci ha messo lo spin doctor di Renzi;
3. NO alla riforma autoritaria renziana Costituzionale;
4. No al Jobs act di destra dei licenziamenti facili del PD;
5. SI al referendum CIGL abrogativo dei Voucher del precariato drammatico.
6. No alle Olimpiadi a Roma.
7. A favore di legge elettorale proporzionale, notoriamente avversata a destra e dal PD. PD autore dell’Italicum incostituzionale
8. A favore di preferenze, notoriamente avversate dal PD che se i cittadini si esprimono ha timore.
9. A favore del voto disgiunto per dare libertà ai cittadini; avversato dal PD che teme la libera espressione dei cittadini che non siano renziani.
E il M5S sarebbe destra??
Veniamo allo Ius Soli che personalmente, se fosse un provvedimento serio, troverei assolutamente condivisibile come principio. Lo Ius Soli oggi in discussione è stato tenuto in naftalina per anni dal PD, in omaggio ad Alfano (il PD ha ritenuto il patto con Alfano più importante dello Ius soli e dei diritti dei bambini). Il PD lo ha tirato fuori alla chetichella ora, perché Renzi non ha più interesse ad Alfano, sono diventati problemi di Gentiloni. Siamo di fronte ad un esempio di svilimento politico e culturale di un tema fondamentale, ridotto a bandierina politica da esibire e soggetto a improvvisazione parlamentare, come ogni atto di cui si impongono assurde accelerazioni quando ci sarebbero dovute essere discussioni serie in parlamento e nel paese. Il tutto fatto dallo stesso partito – il PD – che voleva armare di notte gli italiani sulla legittima difesa…

Risultati immagini per SE GUARDO AGLI ATTI COMPIUTI NON MI PARE CHE IL M5S SI POSSA DIRE DI DESTRA

Annunci