DI UMBERTO SAMMARINI
Dopo che la polizia ha dichiarato, ufficialmente morti, anche i dispersi del rogo alle Grenfeel Tower, una folla inferocita si è accalcata in Downing Street. Cori e insulti, molto poco britannici, all’indirizzo della Premier con l’esplicito invito alle dimissioni. Ormai le scusanti non servono più, a nessun livello, l’emergenza è stata affrontata in maniera disastrosa. La Premier britannica ha ammesso, pubblicamente, che la gestione dei soccorsi è stata insufficiente, aprirà un’inchiesta pubblica e trasparente, le spese legali dei familiari delle vittime, saranno pagate dallo stato. Magra consolazione per coloro che restano.
Annunci