DI SILVESTRO MONTANARO
Riporto fedelmente dal blog di Beppe Grillo.
“Concedere la cittadinanza italiana significa concedere anche la cittadinanza europea. Un tema così delicato – che coinvolge 28 Stati membri e oltre 500 milioni di cittadini – deve essere preceduto da una discussione e una concertazione a livello europeo. Bisogna trovare regole uniformi perché la cittadinanza di un Paese dell’Unione coincide con quella europea.

C’è dunque solo una cosa da fare: fermarsi e chiedere un orientamento alla Commissione europea, coinvolgere nel dibattito anche il Parlamento europeo e il Consiglio.
Discutere di cittadinanza agli stranieri senza una concertazione a livello europeo è propaganda, è fumo negli occhi dei cittadini, è avvelenare i pozzi di una matura discussione politica. L’Italia non merita tutto questo”.

Bene, visto che il commissario responsabile degli Affari Interni della Comunità Europea, Dimitri Avramopoulos, ha appena dichiarato che le norme di concessione della cittadinanza sono di pertinenza nazionale, ora che facciamo? La votate o no questa legge evitando inutili polemiche politiche sulla pelle di tanti, soprattutto ragazzini, che vivono nel nostro paese e sono compagni di gioco e di scuola dei nostri figli?

L'immagine può contenere: 1 persona, barba e primo piano
Annunci