DI CHARLOTTE MATTEINI
https://alganews.wordpress.com/
C’è un nuovo grave problema sociale che attanaglia il mondo: il menspreading. Non sapete cos’è? Siete in buona compagnia. Sostanzialmente è un grave comportamento perpetrato dal maschio alfa ai danni delle povere donne indifese: svaccarsi sui mezzi pubblici a gambe larghe, invadendo lo spazio altrui. Maleducazione, si chiamerebbe, a casa mia. E invece no, è sessismo.
Sessismo perché l’allargare le gambe presuppone un atteggiamento dominante e arrogante del maschio nei confronti della donna. Perché alla donna sin da bambina si insegna a stare con gambe e braccia conserte e a stare “al proprio posto”, all’uomo invece no, tutto è concesso. Quelli che si svaccano sui mezzi pubblici, quindi, vogliono dominarci perché così impone la cultura patriarcale. E se svaccandosi l’uomo per caso si avvicina troppo al vostro ginocchio, lì scatta la molestia.
Io sono dell’opinione che questo femminismo vittimista abbia un po’ rotto il cazzo. Basterebbe guardare il/la/* maleducato/a/* di turno, perchè la maleducazione non ha sesso, e dire: “oh, coso/a/*, chiudi queste cazzo di gambe che non ci sto” al posto di stare zitti/e/* per poi lamentarsi su internet.
Facile, indolore, ma soprattutto raziocinante. Le persone dovrebbero arrivarci da sole? Sì, in un mondo ideale i maleducati non esisterebbero, ma il mondo ideale non esiste e la gente è menefreghista.
Annunci