DI ALBERTO FORCHIELLI
Philip Hammond, ministro delle finanze separato in casa di Theresa May, ha parlato oggi alla City alla vigilia dell’inizio della legislatura del May-bis, e sul Brexit si è “dimenticato” di elencare qualsiasi beneficio che dovrebbe venire all’UK dal divorzio con l’Europa. Insieme a vari suoi colleghi di partito e governo, Hammond spera in un risultato dei negoziati quanto mai “soft”, con un bel periodo ad interim dopo la firma per ammorbidire ancora di più. Insomma, la soluzione più vicina a “contrordine, ci siamo sbagliati, restiamo”. Come dicono gli inglesi: “have the cake and eat it too” (mangiare la torta senza che finisca mai). A sentire Michel Barnier, capo-negoziatore UE, è più il caso di “avere il burro e i soldi del burro”, come dicono i francesi. Bernardo Bertolucci docet!
Annunci