DI RUGGERO PO
Accantonata la questione dei soldi accordati dalla Rai a Fazio [se spendo cento e mi produci mille l’affare è reciproco] ritengo che la Rai dovrebbe essere meno preoccupata dagli abbandoni celebri. Non vanno dimenticate le tristi performance di chi, anche in un passato remoto, si lasciò tentare dalle lusinghe della concorrenza. Da Baudo a Carrà, da Mike a Bonolis e Santoro. E che anche senza Bonolis i pacchi non persero ascolto.
Annunci