DI FILIPPO AMISANO
https://alganews.wordpress.com/
Sono trascorsi esattamente vent’anni da quel giugno 1997, quando una collega della Rai di Milano mi propose di collaborare per qualche mese ad un programma condotto da Paolo Limiti che fino a quel momento, lo confesso, non conoscevo. Nonostante si trattasse di una trasmissione lontana dalle mie corde, decisi subito di accettare e quell’esperienza si rivelò, umanamente e professionalmente, di grande utilità e importanza anche negli anni a seguire. Per non parlare di alcuni straordinari colleghi con cui ho avuto il piacere di lavorare e degli innumerevoli artisti, cantanti, attori che ho avuto l’opportunità di conoscere. Al di là dell’aspetto da simpatico bonaccione con la sua inconfondibile risata, Paolo Limiti non aveva un carattere facile: talvolta spigoloso, umorale e irascibile, forse non sempre sapeva scegliere collaboratori adeguati al loro compito. Ma sicuramente era un grande professionista, colto, pignolo e sempre preparatissimo, un vero entusiasta del lavoro e della vita a cui a distanza di tutti questi anni devo sicuramente un Grazie.
Annunci