DI ANDREA GRASSO
https://alganews.wordpress.com/
I Waterboys hanno appena annunciato il loro nuovo album, intitolato Out Of All This Blue e in uscita il prossimo 8 Settembre per la BMG Records, con cui hanno da poco firmato un accordo.
La band, in attività dal 1983 e formalmente composta solo dal tuttofare Mike Scott (compositore, cantante, polistrumentista e produttore), ancora una volta sorprende uscendo fuori dai canoni, in quanto l’album sarà un doppio CD (formato oramai più unico che raro), o addirittura triplo per chi acquisterà la versione deluxe, che avrà un terzo CD di bonus track composte da inediti, versioni alternative, live e strumentali; per gli amanti del vinile, uscirà anche in doppio e triplo LP.
Prodotto da Mike Scott e registrato tra Dublino e Tokyo a partire da Giugno 2015, Out Of All This Blue comprenderà 23 brani (più 11 bonus track nell’edizione deluxe), e promette di essere l’album più esplorativo dei Waterboys, in quanto lo stile è un pop con echi di R&B, country, soul, funky, il tutto sostenuto da ritmi hip-hop.
Ad accompagnare Scott ci sarà come sempre una serie di validi musicisti, molti dei quali lo accompagnano regolarmente in tour: tra i nomi già svelati, abbiamo lo storico Steve Wickham al violino, David Hood dei Muscle Shoals al basso, “Brother Paul” Brown all’organo Hammond, mentre Trey Pollard dei Spacebomb Productions si è occupato di arrangiare la sezione di archi e fiati.
Alcune dichiarazioni di Scott ci danno qualche altro dettaglio sull’album: ci sono una quindicina di canzoni d’amore, tra cui una dedicata esplicitamente alla sua nuova moglie,, l’artista giapponese Rokudenashiko, mentre le restanti sono storie e osservazioni; tra gli altri richiami al giappone, il brano Payo Payo Chin (che è un modo di salutare giapponese) e Yamaben (dedicata all’avvocato della moglie). Scott spiega inoltre che il rock’n’roll lo ha stancato in quanto non ci trova più nulla di nuovo e lo considera quindi retrò, mentre ama l’hip-hop in quanto, nonostante esista già da 35 anni, lo vede come una frontiera che cambia sempre e che gli permette un’assoluta libertà. In conclusione, secondo il suo autore questo è il miglior album dei Waterboys in assoluto.
Segnaliamo infine che il primo singolo, If the Answer Is Yeah, è stato già trasmesso in questi giorni da alcune stazioni radio inglesi.
Tracklist (edizione standard):
1 Do We Choose Who We Love
2 If I Was Your Boyfriend
3 Santa Fe
4 If the Answer Is Yeah
5 Love Walks In
6 New York I Love You
7 The Connemara Fox
8 The Girl in the Window Chair
9 Morning Came Too Soon
10 Hiphopstrumental 4 (Scatman)
11 The Hammerhead Bar
12 Mister Charisma
13 Nashville, Tennessee
14 Man, What a Woman
15 Girl in a Kayak
16 Monument
17 Kinky’s History Lesson
18 Skyclad Lady
19 Rokudenashiko
20 Didn’t We Walk on Water
21 The Elegant Companion
22 Yamaben
23 Payo Payo Chin
Disco bonus (edizione deluxe):
1 The Memphis Fox
2 If the Answer Is Yeah (Alternate Version)
3 If I Was Your Boyfriend (Zeenie Mix)
4 Epiphany on Mott Street
5 Didn’t We Walk on Water (JessKav Mix)
6 Santa Fe (Instrumental)
7 Payo Payo Chin (Tokyo Hotel)
8 Return to Roppongi Hills
9 Nashville, Tennessee (Live)
10 Mister Charisma (Alternate Version)
11 So in Love with You
L'immagine può contenere: 2 persone, sMS
L'immagine può contenere: una o più persone e spazio all'aperto
Annunci