DI SUSANNA SCHIMPERNA

La storia di questi genitori che hanno la vita del figlio malato appesa a carte giuridiche, procedimenti legali, decisioni di magistrati, cavill, è come la storia della gente nel braccio della morte, che fino all’ultimo aspetta un miracolo compiuto da un bravo avvocato.
Ma si può misurare, considerare, trattare così la vita di un essere umano? Un gioco di scartoffie. Un gioco di potere.
Schiavi. Non siamo altro. Prima lo eravamo dei sovrani assoluti, ora lo siamo di un meccanismo perverso che noi stessi abbiano creato.

Risultati immagini per LA VITA DI CHARLIE APPESA A CARTE GIURIDICHE,

Annunci