DI ITALO MOSCATI

 COMPLIMENTI, E UN ABBRACCIO, ALL’AMICO GIANNI AMELIO CHE HA VINTO IL NASTRO D’ARGENTO CON IL SUO “TENEREZZA”, CON MERITO…
Per festeggiare Gianni, vecchio amico, voglio tornare a un film che facemmo insieme nel 1970, un inizio bellissimo. Nella “Fine del gioco” ci sono tutte le premesse per la bella carriera di Amelio che è iniziata proprio con questo racconto per la serie “Autori Nuovi” nell’ambito dei programmi sperimentali Rai di cui ero responsabile. Con Gianni e il produttore Dazzi cominciò una esperienza importante, rimpianta da tutti coloro che l’hanno fatta: tanti talenti, tanti amici.

Annunci