DI ENNIO REMONDINO

https://alganews.wordpress.com/

Almeno 100mila persone in piazza a Londra per chiedere le dimissioni della premier Theresa May. I dimostranti da ogni parte del Regno Uniti si sono riuniti per protestare contro ‘l’impegno dei conservatori all’austerità, tagli e privatizzazione’. È intervento il leader del Labour, Jeremy Corbyn

C’è rabbia tra le gente comune, tra i lavoratori, in Gran Bretagna. Bersaglio del terrorismo esterno e bersaglio della austerità a senso unico di casa. Il leader laburista in mezzo a insegnanti, pompieri, impiegati chiede che l’inchiesta Grenfell, il grattacielo del rogo, il monumento alla speculazione, si allarghi a tutta l’edilizia popolare.
«Grenfell ci ha insegnato qualcosa sulla politica degli alloggi. L’austerità è in ritirata come anche gli argomenti economici che la giustificano. E anche i conservatori».

Il segretario del Labour, che ormai cavalca i sondaggi dopo esserne stato per due anni deriso, ha chiesto di ampliare la commissione d’inchiesta nominata da Theresa May su Grenfell a tutta l’edilizia abitativa popolare.
Questo mentre si apprende che ad alcuni inquilini, sopravvissuti dopo aver perso tutto, il ‘Council’ ha preteso un’altra rata d’affitto: grottesca mancanza di rispetto oppure, nella migliore ipotesi, patetica disorganizzazione.

CONTINUA SU:

http://www.remocontro.it/…/02/londra-centomila-lausterity-…/

Annunci