DI CHIARA FARIGU

Uscire per fare una gita in barca e non fare più ritorno a casa. E’ quanto è accaduto ieri pomeriggio a tre persone, due 40enni ed un ragazzo di 16 anni, tuttora dispersi nel lago Mulargia, a Orroli (CA). L’allarme è scattato intorno alle 19 e da subito sono cominciate le ricerche coordinate da Paolo Bonetti, capitano dei CC. della stazione di Orroli, che, al momento, hanno ritrovato, in prossimità dell’approdo delle imbarcazioni, l’auto di uno dei dispersi chiusa a chiave. Recuperati anche zainetti e alcune paia di scarpe forse appartenenti ai tre. A perlustrare il lago anche i VVFF. e i sommozzatori, ma dei dispersi ancora nessuna traccia.
Difficile ipotizzare cosa possa essere accaduto, se si tratti di incidente o altro. Le acque del lago, nato tra 1951 ed il 1958, per alimentare gli acquedotti di 30 comuni del campidanese sono infatti una vera oasi di pace. Incastonato tra i monti “Su Rei” e “Moretta”, è molto praticato per la pesca sportiva ma anche per le escursioni in canoa o in kayak favorite, queste, dalle numerose insenature. Meta turistica alternativa al mare, il lago è affiancato dal “gigante rosso”, il complesso nuragico del nuraghe Arrubiu, così chiamato per il caratteristico colore del basalto, che rimane uno dei nuraghi più imponenti e meglio conservati della Sardegna

L'immagine può contenere: montagna, cielo, oceano, spazio all'aperto, natura e acqua

Annunci