DI LUCA MANINETTI
Si è chiusa finalmente la lunga telenovela tra Gianluigi Donnarumma e il Milan, con il prolungamento del contratto fino a giugno 2023. All’interno, è stata inserita una doppia clausola: 100 milioni nel caso in cui la squadra rossonera dovesse ottenere la qualificazione alla prossima Champions League, 50 se gli uomini di Montella non dovessero raggiungere l’obiettivo. Questa intrigante quanto discussa vicenda si è conclusa non senza qualche polemica. I tifosi rossoneri, infatti, hanno avuto da ridire soprattutto per l’ingaggio percepito dal numero 99 rossonero: 6 milioni netti per cinque stagioni. Il baby portiere guadagnerà più di Buffon e Courtois, considerati i top a livello mondiale. Inoltre, il Milan ha dovuto ingaggiare il fratello Antonio per un milione netto a stagione. Per Raiola è quasi una vittoria: sfruttando i rumors di mercato di Paris Saint Germain, del quale Donnarumma avrebbe rifiutato un ingaggio da 13 milioni netti all’anno più 3 macchine di lusso e 3 ville e Real Madrid, il colosso procuratore è riuscito a strappare al Diavolo la condizione migliore possibile, per quanto riguarda il suo interesse per il rinnovo. Così facendo, l’agente ha ”riappacificato” la situazione: Fassone, Mirabelli e i tifosi possono tirare un sospiro di sollievo per non aver perso il gioiello classe ’99, futuro portiere della nazionale italiana, Donnarumma sarà ricordato, dai tifosi meno concentrati sulla vera realtà dell’operazione, per colui che ha rifiutato le proposte miliardarie del Paris Saint Germain, per aver nel cuore i colori rossoneri e Raiola che torna a casa con il massimo risultato. La buona notizia per la società rossonera può essere solo una: una plusvalenza enorme per un portiere di 18 anni; il Milan, nel caso dovesse centrare la qualificazione in Champions, vedrebbe quella clausola da 100 milioni che una società, per assicurarsi le prestazioni di Donnarumma, dovrà sborsare nelle casse rossonere. Il talento di Castellamare di Stabia ha sulle spalle un enorme fardello: un ingaggio da top player, che al minimo errore potrebbe pesargli e costargli caro.

 

 

Annunci