DI MARCO GIACOSA

https://alganews.wordpress.com/

La lampadina costa due euro, do 20 euro, non ha il resto.
«Me li porta dopo».
Vado a fare la spesa, torno, do i due euro.
E lui è stupito: «Ma grazieee! Gentilissimooo!».
Sono tuoi i due euro, penso: ma non dico nulla.
Non te li sto regalando.
Poco prima, in panetteria.
Un pezzo di focaccia.
1,70 euro.
Li do giusti, la signora dà lo scontrino, e anche un euro.
Caccio indietro l’euro.
«Signora, i soldi erano giusti»
La panettiera guarda il cassettino, se ne esce: «Ooooh, è verooo, graaaaazie», con gli occhi a forma di cuore, «graaaazie davvero».
Per un euro che non ti ho fregato.
Non sono stato gentile: sono stato normale.
La domanda è: questi poveri negozianti, con chi hanno a che fare, con gli animali? Cosa siamo diventati? Siamo sempre stati così merde?

Risultati immagini per ESSERE GENTILI IN UN NEGOZIO NEL CHIEDERE IL RESTO

Annunci