DI MARCO GIACOSA
Estate 2006, in un supermercato d’agosto, semi deserto, entro     con 50 euro in una tasca, fuor di portafoglio. Prendo quattro cose che reggo tra le braccia, mi tocco la tasca, non trovo l’unica banconota.
Mannaggia la pupazza.
Ripasso il supermercato – di dimensioni mediopiccole – come un cane da tartufo, lo batto metro a metro, abbassando anche il collo per vedere da lontano, in prospettiva, se i 50 euro si fossero infilati appena sotto gli scaffali.
Niente.
Chiedo alle ragazza del banco salumi: niente.
Chiedo a un commesso al reparto carta igienica: niente.
Nella zona delle casse, considerato che in tutto il supermercato siamo in sei, dico a voce alta: «Scusate, nessuno ha visto un biglietto da 50 euro per terra?».
Una giovane donna, in fila con il marito, a quel punto sbuffa: «Ma pporc….mavaff…», poi si rivolge a me, dice: «Tenga», dopo aver preso, nella tasca anteriore dei jeans, la mia banconota.
«Grazie», dico.
«Eh, prego…», la donna, cui ho rotto l’appetito mentre già aveva la salivazione accelerata.
Settembre 2013, alle Cinque Terre. Andiamo in una pizzeria, ceniamo, pago.
Una decina di passi fuori, mentre sistemo il portafoglio, mi accorgo di avere più soldi di quanto aspettassi.
Rientriamo, porgo il biglietto da dieci euro (o forse erano venti), dico: «Si è sbagliato a darmi il resto, tenga».
Il tipo ci guarda come fossimo fosforescenti, coperti di glassa e piume di gallina la vigilia di Natale a messa.
«Salve», usciamo, mentre il signore bofonchia, ancora frastornato, un grazie appena riconoscibile.
A me piace ciò che si nasconde dietro quel che si dice, “chi ha il  sospetto ha il difetto”, suppongo quindi che quelli che si stupiscono sarebbero i primi a imboscarsi cose non loro, certi dell’impunità. Io non ringrazio con enfasi, perché sono normale e su questo intendo insistere e vorrei che non dimenticassimo: è normale restituire 50 euro trovate per terra, se vengono richieste; è normale portare indietro il resto, quando non spetta. I normali sono normali: non facciamone, solo perché il mondo ricco evolve in merda, eroi.
Annunci