DI MICHELE PIZZOLATO

In poche settimane dalla legittima difesa notturna (leghismo notturno), allo ius soli (tenuto in naftalina per anni in onore ad Alfano, riscoperto per mettere in difficoltà Gentiloni) per arrivare al Renzi di oggi, quello della conversione – anche diurna – al leghismo. Quello del “non abbiamo il dovere morale di accogliere in Italia tutte le persone che stanno peggio, abbiamo il dovere di aiutarli davvero a casa loro”, leghismo allo stato puro! E domani? Che numero estraiamo dalla tombola?

Diciamocela tutta:
1. il PD renziano è oramai guidato da sondaggi in caduta libera… insegue – in modo del tutto scomposto – il fatto del giorno. La linea politica non esiste, come ha ben testimoniato la “discussione” in Direzione PD. Renzi “non parlo di alleanze”, Franceschini “dobbiamo parlare di alleanze. Finita la Direzione.
2. il PD renziano si sta preparando alla futura alleanza di governo: PD, Pisapia, Forza Italia, e scappati di casa della lega… tutti contro il M5S.

Annunci