DI ELIO LANNUTTI

https://alganews.wordpress.com/

Adusbef, che da decenni si batte contro le illegalità ed il far west degli agguati agli automobilisti, vittime di sanzioni stradali per miliardi di euro l’anno, si augura che la preparazione un Decreto Legge da parte del ministero dei Trasporti, che punterebbe a rendere illegali le segnalazioni preventive di Autovelox e Tutor, che dovrebbero sparire dalle strade, sia frutto della calura estiva e non una cosa seria.
Adusbef, che assieme alla Consulta della sicurezza di Autostrade, polizia stradale, ed altre associazioni, che si batte da oltre un decennio per prevenire l’incidentalita’ con il rispetto delle leggi e del codice della strada anche con l’Istituzione del Tutor sulla rete autostradale, ritiene una boutade la rappresentazione fatta a corredo circa frenate, tamponamenti, cambi di carreggiata improvvisi e manovre azzardate di ogni tipo in presenza della doverosa segnalazione di autovelox ed altri strumenti, spesso appaltati dagli enti locali a ditte esterne, con l’unica finalità di fare cassa, come dimostrano anche inchieste penali.
Preparare un decreto per sopprimere le segnalazioni degli autovelox, significherebbe aumentare il far west degli agguati e degli assalti alla diligenza dei già tartassati automobilisti che porterebbe, per analogia, alla soppressione della cartellonistica stradale: una boiata pazzesca, parafrasando il grande Paolo Villaggio appena scomparso.

 

Annunci