DI PIERO ORTECA

https://alganews.wordpress.com/

Basta scorrere un po’ di titoli dei quotidiani più diffusi per cogliere lo sbandamento: sarà pure il vertice dei 20 Paesi, delle venti economie per importanti nel pianeta, ma ciò che quei potenti riescono a produrre è davvero poca cosa. Sintesi estrema: 1) sul clima vince Merkel che compatta gli altri 19 e isola Trump. 2) Sul commercio un compromesso con lo stesso personaggio. 3) Per i migranti, i confini sono nazionali e i cavoli anche. 4) Putin e Trump di fanno simpatia ma il solo accordo siglato è quello sulla Siria che avevano scritto i generali.

Compari d’anello

Non ci sono stati i baci e gli abbracci per la gioia dell’Fbi e dei complottisti di mezz’America, ma c’è mancato poco. Trump e Putin sono compari d’anello da un pezzo e il G20 di Amburgo l’ha confermato. La vigorosa stretta di mano tra i due ha spazzato via tutti i dubbi. Le pantomime, anzi, i copioni di commedia all’americana messi in scena negli ultimi tempi, non potevano certo essere interpretati come una sorta di ritorno alla guerra fredda. Trump e Putin, l’abbiamo detto un mare di volte, si parlano abbondantemente e si confrontano grazie ai loro “sherpa”, che stanno facendo un lavoro eccellente, come nel caso della Siria. Dove, pur essendo a contatto di gomito (pardon, di ala) di aerei da combattimento, le due superpotenze, finora e per fortuna, hanno evitato qualsiasi straccio d’incidente.

CONTINUA SU:

http://www.remocontro.it/…/20-relativamente-grandi-clima-l…/

Annunci