DI MARTA ECCA
Dignità e risorse materiali saccheggiate all’Africa per secoli, e ora li si vorrebbe aiutare a casa loro.
Tutto ciò che abbiamo potuto prendere abbiamo preso.
Il nostro ingrasso è direttamente proporzionale alla loro miseria perché ne è causa, e ora che bussano alla porta per chiedere i resti – mica il conto – ne siamo terrorizzati e sbattiamo loro in faccia tutti i nostri egoismi.
Bisognerebbe riscrivere la storia, rivedere i suoi capitoli neri.
Ecco perché quel “aiutiamoli a casa loro” è ipocrita.
Adotterei La Fame di Caparròs come testo di studio, così che sia chiara la geografia di una certa fame.
La vera madre degli affamati non è la povertà di molti, ma l’eccessiva ricchezza di pochi.
Si chiama disuguaglianza.
Annunci