DI CECILIA CHIAVISTELLI
Nuovo oltraggio alla statua di Giovanni Falcone eretta davanti alla scuola Falcone-Borsellino di Palermo. Dopo le barbare incursioni di qualche anno fa che avevano sfregiato il volto in più punti e tappezzato il monumento di scritte, adesso è stata staccata la testa dal busto e il busto, rimosso dalla colonna portante, è stato utilizzato per danneggiare la porta d’ingresso dell’edificio. Sul posto sono accorse le forze dell’ordine che hanno aperto una indagine e la polizia scientifica ha svolto i necessari rilievi. La Preside dell’istituto si è mostrata rammaricata per la sconfortante vicenda.
Giovanni Falcone insieme all’amico Paolo Borsellino, entrambi nel pool antimafia, furono assassinati per avere inflitto duri colpi a Cosa Nostra e alla mafia internazionale. Dura condanna del Presidente del Consiglio e della sorella del magistrato, Maria Falcone.
Annunci