DI SUSANNA SCHIMPERNA

Aveva cominciato da poco l’avventura del cinema, ancora non era una star che tutti ossequiano, e doveva fare un servizio fotografico. In macchina c’erano lei, il fotografo e il mio amico Franco Valobra.
Il fotografo cominciò a parlare in modo volgarissimo, con pesanti apprezzamenti sessuali e parolacce. Era abituato così, con le giovani che volevano fare cinema. E non solo lui.
Ma all’improvviso Elsa Martinelli gli assestò uno schiaffo da fargli girare la testa. Poi con molta tranquillità disse: «Adesso possiamo proseguire».
Soprattutto una donna libera e piena di dignità.

 

L'immagine può contenere: 1 persona

Annunci