DI SILVESTRO MONTANARI
Una delle poche cose certe, nella generale confusione e nell’era dei demagoghi, è che fascismo e nazismo costituiscono una delle pagine più brutte della storia dell’uomo e del nostro paese. La nostra Costituzione è fondata sul rifiuto di ogni ideologia che si rifaccia a quelle esperienze che hanno bagnato di sangue e orrore la storia del secolo passato. Chiunque, ancor oggi, inneggi al fascismo ed al nazismo è fuorilegge, è fuori dalla storia, nemico dell’umanità.
Esistono già leggi in proposito ed il loro rafforzamento è democrazia, non liberticidio.
Se qualcuno, per un pugno di voti, dice il contrario si assuma fino in fondo la vergogna e la gravità del suo operato. Se il cambiamento significa dar ospitalità alle ideologie dell’orrore, del colonialismo più feroce, dell’assassinio degli oppositori, dello sterminio di massa e della razza pura, non è cambiamento, ma qualunquismo puro e demagogia.

 

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

L'immagine può contenere: 2 persone, spazio all'aperto

 

 

Annunci