DI LUCA SOLDI

image

Dopo diverso tergiversare le destre fasciste europee sembra che siano sul punto di far salpare il primo bastimento che avrà il compito di difendere l’identità europea.
Sara la ‘multinazionale’ di estrema destra, francese, italiana e tedesca conosciuta nel nostro Paese come Generazione identitaria, a realizzare l’iniziativa Defend Europe, con lo scopo di pattugliare le acque al largo della Libia ed impedire ai migranti di raggiungere il suolo dell’occidente.
Una nave di quaranta metri, noleggiata con i contributi di gruppi e gruppuscoli di estrema di destra potrà così solcare le rotte dei migranti per rispedirli in Libia, o impensierire le tante imbarcazioni delle ong umanitarie che si affollano in quel tratto del mediterraneo.
Diverse sigle nazionali avevano già raccolto da maggio grazie al crowfunding ben 76.000 euro e adesso potranno vedere solcare le onde del Mediterrano dal bastimento con la bandiera dell’orgoglio fascista.
L’obiettivo è “evidenziare il vero volto delle cosiddette organizzazioni umanitarie, la loro collaborazione con la magia dei trafficanti di esseri umani, e le mortali conseguenze delle loro azioni in mare”, ha dichiarato Clement Galant, responsabile francese del progetto in un video diffuso sui social network. “Quando barche pieni di migranti illegali attraversano (il Mediterraneo) la nostra missione sarà chiamare la Guardia Costiera libica per consentire loro di recuperarli e trarli in salvo e nel mentre li terremo al sicuro”, ha reso noto il gruppo.
Generazione Identitaria ha spiegato di aver noleggiato la nave ‘C-Star’ che è in rotta per il Mediterraneo dopo aver lasciato Gibuti e attaversato il Canale di Suez.
Fra una settimana la nave sarà a Catania per prendere a bordo gli attivisti provenienti da varie nazioni e quindi inizierà a pattugliare le acque internazionali a largo delle coste libiche. “Salvando queste persone e ostacolando il traffico di esseri umani possiamo salvare l’Europa e salvare vite allo stesso tempo”, ha dichiarato un portavoce dell’organizzazione.
Ci sarà da capire quale atteggiamento terranno le nostre autorità, la Guardia Costiera e che tipo di rapporto riusciranno ad instaurare con le autorità libiche.

image

Annunci