https://alganews.wordpress.com/
Sono anni che me lo chiedo e più vado avanti più continuo a chiedermelo: ma che senso ha l’orario estivo dei mezzi pubblici legato alla fine delle scuola in una città come Milano, che è sempre e perennemente in attività? Si svuota leggermente le due settimane centrali di agosto, ma a Luglio è viva e vegeta. Nonostante questo le persone sono costrette ad andare a lavoro usufruendo di quei pochi comodi carri bestiame in servizio – spesso senza aria condizionata, per giunta – strapieni perché incapaci di gestire il reale afflusso di persone che sono costrette ad andare a lavoro pure a luglio – ma tu guarda che cosa strana – il tutto allungando i tempi di percorrenza casa-lavoro di un buon 30%.
Il problema, è noto, è il contratto di servizio tra Comune e ATM. Un problema che andrebbe risolto, visto che viene sollevato ogni anno da cittadini e pendolari. Milano è all’avanguardia in tutto rispetto ad altre città italiane, ma questo retaggio così anni ’70 dell’intoccabile orario estivo è intollerabile nel 2017.
Annunci