DI CHIARA FARIGU

Gianfranco, Remo e suo figlio Julian, usciti in barca per una battuta di pesca, non sono più tornati a casa. Era il 1 luglio, 15 giorni orsono. La loro scomparsa, nel lago Mulargia di Orroli (CA) aveva destato molto clamore in quanto la zona è considerata una vera oasi di pace. Creato nel 1951 per alimentare gli acquedotti di trenta Comuni del cagliaritano, il grande bacino contiene 320 milioni cubi d’acqua e raggiunge una profondità di 80 metri. Nei fine settimana la zona è presa d’assalto da famiglie e turisti in cerca di tranquillità per riassaporare il contatto con la natura. Cosa possa essere accaduto non è dato sapere. I familiari non vedendoli rientrare hanno dato l’allarme e le ricerche sono cominciate subito dopo. La notizia ha fatto il giro dei media, Alganews compreso.
Ma più passavano le ore e poi i giorni e più si assottigliavano le speranze di poterli ritrovare ancora in vita, magari feriti tra le diverse insenature del lago. Alcuni giorni fa il ritrovamento di Gianfranco del quale si sono tenuti venderdi i funerali davanti ad un intero paese; stamattina il Mulargia ha restituito il corpo di Remo Frau, 50 anni. Del giovane Julian, appena diciassettenne, figlio del Frau, ancora nessuna notizia. Le ricerche proseguono.

Annunci