DI PIERO ORTECA

https://alganews.wordpress.com/

Truppe russe al posto di Hezbollah, entrate a Daraa.
Hanno sostituito i governativi di Assad ed Hezbollah come concordato da Trump e Putin ad Amburgo.
Una mossa tesa a tranquillizzare gli israeliani “sensibili” alla presenza degli sciiti vicino al Golan.

È confermato dai servizi di sicurezza occidentali: per la prima volta truppe russe sono entrate nel sud della Siria mercoledì scorso, prendendo posizione nei sobborghi della città di Daraa, finora al centro di furiosi combattimenti. L’operazione è stata resa possibile dalla tregua siglata dopo l’incontro di Donald Trump e Vladimir Putin ad Amburgo. Secondo diversi analisti, le unità di Mosca, comprendenti polizia militare e paracadutisti dei reggimenti ceceni, sono state viste arrivare, a bordo di blindati trasporto-truppe e prendere posizione a Daraa.
Sempre le notizie diffuse da osservatori occidentali, parlano di un vero e proprio cambio della guardia avvenuto nel centro della città, da dove si sarebbero ritirate le formazioni blindate della Quinta divisione corazzata governativa di Damasco e le milizie di Hezbollah. In effetti, l’arrivo dei soldati di Mosca risponde all’esigenza di garantire una sorta di supervisione “peace-enforcing” senza coinvolgere gli estremisti sciiti libanesi i gruppi armati sostenuti da Teheran.
CONTINUA SU:
http://www.remocontro.it/…/siria-truppe-russe-cuscinetto-v…/
Annunci