DI SILVESTRO MONTANARO
Sapete quanti siamo noi italiani? Secondo le statistiche ed i censimenti siamo più o meno sessanta milioni. In realtà, invece, siamo più di centoventi milioni.
Si, nel mondo ci sono circa sessanta milioni di italiani. Lo abbiamo invaso il mondo! I nostri poveri, le nostre speranze più umili, le abbiamo distribuite in tutto il pianeta nelle fasi più critiche della nostra vicenda nazionale.
Quei sessanta milioni di italiani hanno vissuto il dolore della separazione dai loro cari e dalla loro terra. Sono stati accolti spesso come animali e come animali trattati. Li hanno tante volte umiliati…”Mangiaspaghetti”, ” mafiosi”, ” negri”.
L’assoluta maggioranza di loro era in cerca di un pò di futuro che in patria non trovavano. Erano figli delle ingiustizie che si sommavano crudelmente in casa nostra, innanzitutto la tragedia meridionale.
Si, per l’assoluta gran parte erano migranti economici. Ed in molti fecero loro la guerra nelle terre d’approdo. Li chiamarono ruba lavoro, criminali, pezzenti, portatori di malattie. Poi si inserirono e fecero la fortuna delle nazioni ospitanti.
Nessuno nega che i nostri odierni problemi con l’immigrazione che ci raggiunge non esistono. Anzi. Chi scrive è convinto che i problemi veri siano alla radice delle grandi migrazioni. Le guerre, le dittature, la miseria che è l’orrore tutti i giorni. A nessuno fa piacere lasciar casa ed amici.
I politici del nostro tempo con questi che sono i veri grandi problemi non hanno ne voglia ne coraggio di misurarsi. Sanno solo far demagogia costruendo le basi per guerre tra poveri.
Chissà perchè sono sempre più convinto che a scuola fossero una frana in storia.
L'immagine può contenere: una o più persone
L'immagine può contenere: 4 persone, persone che sorridono
Annunci