DI AGNESE TESTADIFERRO

AGNESE TESTADIFERRO-ALGA

Raul Bova condannato. Il sex symbol italiano dovrà scontare 18 mesi di carcere. Bova è stato infatti accusato dalla procura di Roma di «dichiarazione fraudolenta mediante artifici», reato di natura fiscale. Stando ai pm Bova avrebbe messo in campo l’astuzia in fatto di gestione costi per eludere il Fisco. Così facendo ha evaso 700mila euro tra il 2005 e il 2011. In merito all’ condanna l’avvocato difensore Giulia Bongiorno ha detto che l’iniziale accusa di aver emesso fatture false è «stata sbriciolata dalla sentenza di assoluzione». «La condanna si riferisce esclusivamente alla interpretazione di un contratto sui diritti di immagine sul quale si è già espressa la Commissione Tributaria di Roma in via definitiva dando inequivocabilmente ragione a Raul Bova. La Commissione Tributaria ha sottolineato che contratti come quello oggetto del processo penale in realtà sono strumenti tipici e legittimi nel mondo artistico. Siamo certi che l’ appello ribalterà la condanna anche prendendo spunto anche dalle eloquenti statuizioni della Commissione tributaria». Vedremo se il bell’attore avrà la meglio come accade nella maggior parte dei suoi film.

images.jpg

 

Annunci