DI ANDREA FACE
Lorena Bianchetti nasce a Roma il 9 febbraio 1974. Laureata in Lingue e Letterature straniere presso l’Università di Roma “La Sapienza” è giornalista pubblicista dal 2005. Debutta in televisione negli anni Novanta in “Piacere Raiuno”, poi presenta, dal 1994 al 1997, “Italia in bicicletta”, programma culturale di 240 puntate in onda su Raitre. Nel 1997 è la valletta di Corrado ne “La corrida”, su Canale 5. Diventa nota al grande pubblico conducendo dal 25 dicembre 1999 al 2005, in diretta, ogni domenica mattina su Raiuno “A Sua immagine”, programma realizzato in collaborazione con la Conferenza Episcopale Italiana, di cui è anche autrice. È inviata speciale e conduttrice nella rubrica “Giubileo 2000” su Raiuno, presenta il “Giubileo dei bambini” trasmesso in mondo visione, il “Giubileo dei Cursillos”, la “XV Giornata mondiale della Gioventù” (San Giovanni – Tor Vergata) trasmessa in mondovisione e altri eventi giubilari in presenza di papa Giovanni Paolo II. Gestisce le dirette sui viaggi di papa Giovanni Paolo II a Kiev e Atene. Dal 1º ottobre 2006 per due stagioni è, insieme a Pippo Baudo e a Massimo Giletti, alla conduzione di “Domenica In”. Conduce poi varie trasmissioni su Raidue: “L’Italia sul 2”, “Dillo a Lorena”, “Parliamone in famiglia”.
Dal 1° febbraio 2014 torna alla conduzione di “A Sua immagine” il sabato pomeriggio e la domenica mattina. Nel settembre del 2015 ha sposato l’imprenditore romano Bernardo De Luca.
E’ testimonial dell’UNHCR, l’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati.
L’INTERVISTA
«I miei piatti preferiti? Quanto spazio ha a disposizione? Potrei fare un elenco lunghissimo, perché a me piace tutto. Quando viaggio, amo molto assaggiare i piatti del posto, comunque mi piace il pesce, la carne, mangio molto, potrei morire per un piatto di bucatini alla amatriciana. Ormai non più, perché sono felicemente sposata, ma una volta un uomo mi conquistava più facilmente se mi invitava a cena e ordinava i bucatini. No, non gliene parlo, perché non ho un ricordo particolare, ma di piatti me ne piacciono tanti che non c’è alcun problema».
Ad esempio?
«Il primo piatto che mi viene in mente tra i miei preferiti è pennette con zucchine e gamberetti. Il motivo è molto semplice: l’ho fatto in occasione della prima cena che ho organizzato per inaugurare, anni fa, quella che allora era la mia nuova casa, cui tengo tanto perché è il frutto del mio lavoro di questi anni. Anche dopo il matrimonio, del resto Bernardo ed io siamo rimasti in questa casa. E’ un appartamento con il salone grande che si presta a ricevere comodamente anche molte persone. Uno dei motivi per cui l’ho scelta è questo, perché mi piace la convivialità, la condivisione a tavola, e qui posso farlo facilmente».
Pennette con zucchine e gamberetti è un piatto leggero. Tende a questo genere, a parte l’amatriciana?
«Ma no, tendo a tutto, basta che sia buono. Le zucchine, ad esempio, sono leggere, ma a me piacciono anche fatte con la pastella e fritte. Mi ricordo che le mangiavo in un ristorante al mare, a Rimini. Ero in vacanza, con amici e c’era questo posto in cui le cucinavano benissimo e mi sono fatta dare la ricetta, perché venivano croccanti che era un piacere. Dopo molta insistenza, sono riuscita a convincere la cuoca a svelarmi il segreto: una spruzzata di acqua minerale. E’ pericolosissima da usare con l’olio bollente, però degli spruzzi di acqua minerale rendono le zucchine molto più croccanti. E questo è un piatto che faccio frequentemente anche per gli amici».
Le capita spesso di chiedere le ricette nei ristoranti?
«Quando mangio per la prima volta un piatto che mi piace molto, sì. Ad esempio, una pietanza che prendo volentieri al ristorante, ma che ho imparato a cucinare è il rombo con le patate. Anche lì bisogna saperlo fare perché le patate devono venire croccanti. E quando è fatto anche con le olive è un piacere del palato. Va cotto al forno, con le patate non tagliate a spicchi, ma tonde, a fettine, con dei pomodorini, delle olive e il prezzemolo. Una vera delizia. Ma anche i primi mi piacciono con il pesce, come i classici spaghetti con le vongole o le bavette con il tonno, oppure allo scoglio. Tutti piatti che mi fanno pensare al mare, quindi all’estate, alle vacanze».
Piatti che ama cucinare anche per suo marito e per i suoi amici?
«Gliel’ho detto, mi piace cucinare e cenare in compagnia. E mi piace anche apparecchiare con cura, sempre a tema. Se la tovaglia è verde, sono verdi anche i piatti e i bicchieri. Oppure faccio una tavola bianca e nera con i sottopiatti neri, la tovaglia bianca, i bicchieri neri. Insomma la tavola non è mai improvvisata, è sempre studiata, ed apparecchio anche se mangio da sola. Mi piace trattarmi bene».
Quando organizza cene a casa sua, i dolci se li fa preparare dai suoi genitori, che pur se in pensione sono sempre pasticcieri?
«Proprio per niente. I miei dolci li faccio io. Sono capace a farne diversi, ma devo dire che il mio forte è la crostata di frutta: la faccio in un mio modo esclusivo».
Visto che le piace tanto cucinare, le piace anche fare la spesa? E dove?
«Al mercato, naturalmente, e non soltanto perché si comprano le cose fresche, ma perché amo il contatto umano. Al mercato dove vado io, poi, ci andavo fin da piccola con mia madre, quindi molti commercianti mi conoscono da tempo e da loro mi faccio suggerire sia cosa comprare per la freschezza e la genuinità, sia come cucinare certi alimenti come il pesce, ad esempio. Se vai al supermercato trovi tutto più velocemente, ma è tutto freddo, anonimo, e devi stare molto attenta alla scadenza di quello che compri. Certo, per fare uno dei miei piatti preferiti posso anche andare al supermercato».
Qual è questo piatto? 
«Bavette con il tonno. E’ la prima cosa che ho imparato a cucinare i primi tempi che ero andata a vivere da sola, anni fa. Un piatto pratico, veloce in cui adopero le bavette e non gli spaghetti. Le preferisco. Nel sugo con il tonno cerco sempre di aggiungerci quel pizzico di particolarità in più che è il peperoncino e un po’ di vino. Questo adesso che sono abbastanza esperta, però, non la prima volta che l’ho fatto visto che non sapevo neanche come si cucinava».
E come ha fatto? Aveva un libro di ricette?
«No, ho adoperato un mezzo di comunicazione più veloce: il telefono. Ho chiamato mia madre e mi sono fatta spiegare tutto. E’ una cosa che faccio ancora adesso quando voglio cucinare qualche piatto nuovo. Mia madre è il mio SOS in cucina, anche se ora sono abbastanza brava davanti ai fornelli. Poi io sono molto curiosa e viaggiando tanto per lavoro capita spesso, come le ho detto, che mi fermi a parlare con i cuochi dei posti in cui mangio. Così imparo sempre nuove specialità».
Un piatto che le ricorda la famiglia, l’infanzia?
«Le lasagne al forno, che per me sono sinonimo di festività. Da piccola le mangiavo sempre non solo durante il periodo natalizio e a Pasqua, ma anche in occasione di compleanni, o anniversari importanti. Oggi che non le mangio quasi mai, ancor di più è il piatto preferito di Natale. E non me lo faccio mancare. Ogni anno, nonostante gli impegni di lavoro, lo preparo io, in quanto non voglio mancare all’impegno che ho con tutta la famiglia. Ma sono sincera, le sfoglie le compro già fatte. Io, però, preparo il sugo, la besciamella e tutto il condimento. E seguo bene la cottura nel forno, perché mi piace non troppo asciutta, però un po’ bruciacchiata sopra».
Ha detto che ha l’impegno con tutta la famiglia. Ovvero?
«La famiglia al completo. Il giorno di Natale è l’unico giorno in cui ci raduniamo tutti e siamo davvero tanti. Pensi che soltanto da parte di mia madre sono quattro sorelle. E quindi ci sono tutti i cugini, molti anche sposati. Ora anche io sono sposata e vengono anche i familiari di mio marito. Abbiamo una casa in campagna molto grande e ci si raduna lì, si fa questa grande tavolata e delle grandi risate. E come se non bastasse, in genere il pomeriggio vengono gli amici e si fanno i giochi da tavola tipici del Natale. E si continua a mangiare perché su un tavolo da un lato metto tanti stuzzichini, che preparo sempre io, poi c’è il torrone, il pan pepato, e altri dolci, per far consolare chi perde. Insomma, è una grande festa perché tutti insieme ci si vede davvero una volta l’anno. Io sono molto legata ai miei parenti, ho un rapporto molto bello con tutti. Sono stata veramente fortunata in questo senso. Ho tanti bei ricordi di quei giorni di festa».
LE RICETTE
PENNETTE CON ZUCCHINE E GAMBERETTI

Ingredienti per 4 persone: 400 grammi di pennette rigate, 250 grammi di gamberetti sgusciati, 2 zucchine, mezza cipolla, mezzo bicchiere di vino bianco, peperoncino, 6 cucchiai di olio extravergine di oliva, sale.

Preparazione: lavate e tagliate le zucchine a dadini. In un tegame capiente versate 4 cucchiai di olio, il peperoncino e le zucchine, cuocete a fiamma vivace mescolando fino a quando le zucchine sono dorate. In un tegamino versate 2 cucchiai di olio e i gamberetti, cuocete per qualche minuto a fiamma vivace con coperchio, versate il vino e lasciate evaporare, quindi spegnete il fuoco e trasferite i gamberetti nel tegame con le zucchine. Cuocete le pennette in acqua salata, pochi minuti prima di scolarle riaccendete il fuoco sotto il tegame con le zucchine e i gamberetti, scolate la pasta al dente e saltatele nel tegame con il condimento.

ZUCCHINE FRITTE IN PASTELLA

Ingredienti per 4 persone: 400 grammi di zucchine, 200 grammi di farina tipo 00, 150 ml di latte, 2 uova, olio di semi di girasole, acqua minerale gassata fredda, sale e pepe.

Preparazione: tagliate le zucchine a fettine sottili sottili. Preparate una pastella con l’acqua, il latte, le uova e la farina. Immergete le zucchine in questa pasta e poi mettetele a friggere nell’olio bollente. Quando sono quasi cotte, spruzzate con la mano, allontanandovi perché altrimenti fa molti schizzi, l’acqua minerale gassata, che le rende croccanti. Una volta pronte, togliete le zucchine dall’olio, adagiatele su da cucina per far assorbire l’olio e servite.

ROMBO CON PATATE E POMODORINI

Ingredienti per 4 persone: un rombo da un chilo, 4 patate grandi, 300 grammi di pomodorini, 150 di olive nere denocciolate, un bicchiere di vino bianco, olio extravergine di oliva, un limone, prezzemolo, basilico, sale e pepe.

Preparazione: lavate il rombo sciacquandolo bene sotto l’acqua corrente. Praticate delle incisioni su entrambi i lati per far entrare il condimento. Sbucciate le patate e tagliatele a fette in verticale, scottatele in acqua bollente salata per 2 minuti e mettetele da parte. A questo punto prendete il rombo, disponetelo al centro di una teglia da forno precedentemente unta con olio, salate, pepate e quindi cospargete con il vino. Aggiungete le patate a fette, le olive nere e i pomodorini insieme al basilico intorno al rombo e mettete la teglia in un forno a 180 ° circa per 45 minuti.

CROSTATA DI FRUTTA

Ingredienti per 8 persone

Per la pasta frolla: 350 grammi di farina, 150 di burro, 150 di zucchero, 3 uova, un cuchiaino di bicarbonato.

Per la crema pasticcera: mezzo litro di latte, 4 tuorli di uovo, 50 grammi di farina, 100 grammi di zucchero, una scorza di limone.

Frutta fresca a piacere: 800 grammi (mandarini, uva, pesche, banane, kiwi)

Frutti di bosco a piacere.

Preparazione

Per la pasta frolla: stendete la farina su una spianatoia formando un buco al centro, immergete il burro ammorbidito e i tuorli di uova, impastate con le mani e mettere in frigorifero per un’ora.

Per la crema pasticcera: mettete a bollire il latte con la buccia di limone e la metà dello zucchero. In una ciotola sbattete i tuorli di uova con lo zucchero rimasto e la farina, amalgamate, versare il latte, mettete tutto in una casseruola, miscelate e cuocete per 5 minuti, poi lasciatela raffreddare.

Con un matterello stendete la pasta frolla, adagiatela in una tortiera imburrata e cuocete in forno a 200 gradi per 15 minuti. Togliete la crostata dal forno, lasciatela raffreddare, ponetela in un piatto di portata e stendetevi la crema pasticcera. Lavate i frutti di bosco e disponeteli a raggiera sulla crostata insieme alla frutta fresca.

BAVETTE AL SUGO DI TONNO E POMODORO

Ingredienti per 4 persone: 400 grammi di bavette, 160 grammi di tonno sott’olio, 250 grammi di polpa di pomodoro, mezzo bicchiere di vino bianco, prezzemolo, peperoncino, 3 cucchiai di olio extravergine di oliva, sale.

Preparazione: in una padella disponete l’olio, il tonno e il peperoncino. Appena il tonno è rosolato versate il vino e fate evaporare, poi unite la polpa di pomodoro e continuate la cottura a fuoco moderato per 20 minuti. Nel frattempo cuocete le bavette in acqua salata, scolatele, versatele nella padella con il sugo, mescolate bene a fiamma vivace e spolverate il prezzemolo tritato.

LASAGNE AL FORNO

Ingredienti per 8 persone: 300 grammi di sfoglie sottili di pasta all’uovo, 80 di parmigiano, 250 di mozzarella.

Per la besciamella: un litro di latte, 80 grammi di farina, noce moscata, olio extravergine di oliva, sale.

Per il ragù: 500 grammi di carne di manzo macinata, 500 di carne di maiale macinata, 800 di polpa di pomodoro, 80 di odori tritati (carota, sedano, cipolla), mezzo bicchiere di vino rosso, olio extravergine di oliva, sale, pepe.

Procedimento.

Per la besciamella: in un pentolino portate il latte a ebollizione con la noce moscata e il sale, poi aggiungete la farina a pioggia mescolando con una frusta per evitare la formazione di grumi. Rimettete sul fuoco e mescolate fino a farla diventare dorata e, dopo ancora 5-6 minuti a fuoco dolce, finché la salsa si sarà addensata e inizierà a bollire.

Per il ragù: rosolate le carni macinate in una padella con il sale, gli odori tritati e l’olio a fuoco vivo, poi versate il vino e fate evaporare, quindi aggiungete la polpa di pomodoro e lasciate cuocere a fuoco dolce per almeno un’ora ecomunque finché il sugo non risulterà ben corposo. Bollite le lasagne in acqua salata per 5 minuti, scolatele e raffreddatele in acqua. Tagliate la mozzarella a dadi. Confezionate la preparazione, disponendo in una teglia uno strato ragù, poi le lasagne, la besciamella, la mozzarella e il parmigiano fino ad esaurimento degli ingredienti. Mettete le lasagne in forno a 180 gradi per 30 minuti o finché la superficie non risulti croccante e dorata.

 

 

http://www.acenadaivip.it

Annunci