DI CHIARA FARIGU

Mentre si susseguono i summit tra Regione Lazio ed ente erogatore Acea, per trovare la soluzione alternativa al piano di razionamento idrico che dovrebbe giungere a breve (secondo quanto dichiarato ieri dall’assessore alle infrastrutture Refrigeri), sono sei le Regioni che chiedono lo stato di calamità per i danni provocati dalla siccità all’agricoltura e agli allevamenti: Toscana, Lazio, Campania, Emilia Romagna, Calabria e Sardegna. La dichiarazione dello stato di eccezionale avversità atmosferica sarà formalizzata dopo la definitiva approvazione del Dl Mezzogiorno.
Alle aziende danneggiate, dopo attento monitoraggio, sarà consentita la sospensione dei muti e il blocco dei pagamenti dei contribuiti in virtù del Fondo di solidarietà stanziato dal Governo

L'immagine può contenere: cielo, erba, natura e spazio all'aperto

Annunci