DI VANNI CAPOCCIA
Alcuni giorni fa un capotreno aveva accusato un cittadino straniero di averlo accoltellato. Dopo la sua denuncia in Lombardia era stato indetto uno sciopero generale che ha bloccato tutto il trasporto regionale.
Ora il capotreno ha ritrattato e confessato di essersi inventato tutto. Si è giustificato dicendo di aver indicato come aggressore un ghanese, frequentatore della stazione, con il quale aveva avuto un alterco e temeva di rincontrare.Per questo aveva inscenato l’aggressione dandogli la colpa.
Nel frattempo Salvini della Lega aveva immediatamente sputato veleno con questo post:
“Gli chiede il biglietto, l’altro lo accoltella con violenza mirando all’addome. Ora è in fuga…
Solidarietà al controllore e a tutti coloro che lavorando su treni, autobus e metropolitane ormai ogni giorno rischiano la pelle.
VI PARE NORMALE?
Gli italiani sono STANCHI di farsi mettere i piedi in testa da questi delinquenti. Per quanto mi riguarda, quando saremo al governo, tolleranzazero e stopinvasione, senza se e senza ma!
Naturalmente Salvini ora farà finta di niente. O dirà che il capotreno si è ferito per la paura continuando a a far uscire dalla sua bocca parole cattive con la speranza che il nostro Paese diventi simile a lui.
Parole feroci alle quali vanno opposte parole umane. Dette da persone che non insultino né s’insultino, ma dimostrino che è possibile stare insieme in maniera diversa.
Annunci