DI IMMACOLATA LEONE
Siamo ridotti alla fame, facciamo tre lavori per portare a casa l’equivalente di mezzo stipendio mezzo,
mangiamo male perché costa mangiare discretamente,
non ci curiamo più perché sono finiti i soldi, bisogna solo sperare che un male incurabile non ti venga a trovare,
ci vestiamo al mercatino dell’usato, che se prima era divertente ora é l’unica alternativa, e quando pensi di essere riuscito a pagare l’ultima bolletta e sorridi stanco ,
e pensi che anche stavolta sei riuscito a pagarla, ecco che, ne arriva unaltra e strabuzzi gli occhi, se ti si buca un dente attaccati, gli occhiali li hai incollati.
E il mutuo? E la benzina? vabbe vai a piedi finche col caldo non ti coglie un infarto.
E i libri di scuola? Li avevi dimenticati, stupida, e allora cominci a correre, a correre prima che ti raggiunga la depressione altrimenti é la fine.
Ecco a chi dice che stiamo cosi perché lo abbiamo voluto noi,
dritto sui denti.
Annunci