DI ENRICO ROSSI

https://alganews.wordpress.com/

In Venezuela il socialismo di Ugo Chavez ha avuto meriti e ha fatto errori, ma ha sempre rispettato il responso delle urne e non ha mai superato la frontiera della democrazia.

Invece, il suo successore Maduro non ha voluto riconoscere le elezioni del 2015, vinte dell’opposizione con il 64 per cento, e da minoranza ha voluto indire elezioni per riscrivere le regole costituzionali.
Ne è seguito un Paese spaccato, dove crescono violenza e repressione, sull’orlo di una guerra civile.
Non sarà facile ritrovare la strada del dialogo e della pace.

L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi e spazio all'aperto

Annunci