DI GIOVANNI PAGLIA
https://alganews.wordpress.com/
Oggi sono stato a Ventimiglia.
Era un ritorno, dopo due anni, in quello spicchio che divide come un muro l’Italia dall’Europa.
I francesi hanno bloccato la frontiera e respingono chiunque, compresi i bambini, senza rispettare convenzioni e procedure.
L’Italia mette i migranti sugli autobus e li porta a Taranto, senza che si capisca perché.
Donne e uomini resistono e tentano il passaggio, ogni giorno, rimettendoci talvolta la vita, e intanto trovano rifugio sul greto del fiume, nella parrocchia, nel campo della Croce Rossa.
È un equilibrio precario, che si regge grazie a quei volontari e solidali che una politica idiota considera un problema, perché vorrebbe portare tutti lontano, al campo ufficiale.
Il nostro impegno é sbloccare le frontiere, e torneremo qui ancora e ancora, fino a quando nessuno sarà più prigioniero sulla soglia dell’ultimo miglio.
Annunci