DI CORRADO GIUSTINIANI

https://alganews.wordpress.com/

Il linciaggio contro le Ong continua. Il Corriere della Sera, in prima pagina, mette sotto accusa addirittura “Medici senza frontiere”, la più grande, la più prestigiosa, già vincitrice del Premio Nobel per la pace, che però non ha voluto sottoscrivere il Codice Minniti che impone uomini armati a bordo.

Ma in ben quattro pagine dedicate alla Libia, ci sarà un articolo che ricorda come il piano italiano ricacci all’inferno quei disperati? No. Anzi sì, una microscopica notiziola a una colonna in taglio basso. Ve la riporto integralmente: “Non ci sono campi o centri per i migranti in Libia, ma solo prigioni, alcune controllate dalle autorità, altre da milizie e trafficanti, in condizioni orribili”. E di seguito si cita la fonte: Vincent Cochetel, inviato speciale Unhcr per il Mediterrano. Evviva. Questo non è giornalismo, è semplicemente regime.

 

Annunci