DI LUCA SOLDI

 

 

IMG_0220

Minniti, il ministro Minniti insiste nel dire che MSF nega la sovranità alla Repubblica Italiana affermando che la onlus impedisce di far salire a bordo le autorità di sicurezza competenti.
In realtà, leggendo la documentazione, ascoltando le dichiarazioni dei responsabili di MSF, risulta che mai e’ stato impedito tale prerogativa.
Guardia Costiera, Carabinieri e Polizia sono saliti a bordo delle navi di MSF.
L’unica eccezione a tale proposito, fatta dalla onlus riguarda il divieto di far salire a bordo armi.
La struttura, l’impegno di MSF non prevede che nei propri ospedali, nei mezzi di soccorso, si detengano armi.
Questo succede nelle oltre 70 zone d’intervento nel mondo da parte di MSF.
E succede in zone dove i diritti civili sono ben inferiori rispetto a quelli europei.
Ben più grave è la critica fatta al ministro circa la presunta capacità delle autorità libiche di essere in grado di controllare i flussi di migranti ed ospitarli.
In realtà gli “ospiti” sono detenuti in campi di detenzione dove i diritti, anche i minimi, anche quelli vitali, sono negati.
Le testimonianze su quello che succede in quei campi, sono devastanti.
Poi, ricacciare le persone nel deserto vuol dire condannarle a morte, per inedia.
Fare finta di non sapere e’ pura ipocrisia.
Fare finta di non sapere e negare, e’ complicità
Annunci