DI MASSIMO WERTMULLER

Appena posso mi metto a disposizione di campagne e battaglie per i diritti dei più deboli. Però vorrei dire una cosa.  Gli sms solidali, i contributi, le solidarietà sono benedette, almeno ci sono quelle….ma quand’è però che, insieme ad una campagna per il cibo ai bambini africani, si farà anche una campagna di sensibilizzazione per portare lì una educazione sessuale capillare, e magari una montagna di preservativi? Perchè sennò mi pare, così come avviene per l’altro problema serio dei profughi, che si ragioni sulla punta dell’iceberg senza guardare al suo corpo sommerso. Non si guarda,cioè,ai perchè che stanno all’origine di un problema.Tralascio le opinioni di un Salvini sui profughi che servono più a spargere odio per qualche consenso che certamente non a risolvere,ma, è chiaro no?,che se non si eliminano le cause che originano la guerra da cui scappano quelle vittime,non risolvi proprio niente. Se non si eliminano gli interessi economici che causano quelle guerre,il mercato delle armi e del petrolio, in nome dei quali buttiamo pure bombe sui bambini,qui non si risolve proprio niente.E allora,tornando invece al problema del sovrappopolamento, quando io vedo quelle povere creature, quei passerotti, che faticano a vivere già appena nati, e vedo che sono sempre di più, e poi so che il mondo sta per scoppiare, e poi so che le risorse del mondo non sono infinite, mi viene il sospetto che per frenare la fame e il continuo mettere al mondo così tante vite difficili, in terre difficili, la risoluzione vera e profonda del sovrappopolamento e della conseguente fame, non possa essere solo un sms…detto questo, correrò sempre a fare il mio sms, ci mancherebbe

Annunci