DI MICHELE GAMBINO
https://alganews.wordpress.com/
Non mi piace parlate di cose di cui non sono testimone diretto, ma visto che nei giorni scorsi, uscendo in barca dal porto di Lampedusa, tutte le mattine scorgevo la Juventa, la famosa nave messa sotto inchiesta dal dottor Zuccaro di Trapani, e visto che da cronista a Catania negli anni ’80 ho qualche ricordo, poco significativo, del dottor Zuccaro medesimo (erano anni in cui pochi combattevano la mafia, e il dottor Zuccaro non era tra questi), visto tutto questo dicevo, mi sento abilitato a scrivere.
Li ho visti questi della Juventa sul ponte della loro nave: alcuni hanno i dred, e sicuramente si fanno molte canne. Non so perché, forse perché sono tedeschi, mi ricordano Oskar Schindler, quello del film di Spielberg. Questi sono dei sinistroidi fumati, quello era un puttaniere che frodava il fisco. ma tutti, i tipi della Juventa e Schindler, salvavano vite.
Vi può essere qualcosa più importante di questo?
Uno Stato, che con i suoi dottor Zuccaro (lui mi ricorda una canzone di Vecchioni, che tra l’altro parlava proprio di un giudice di Trapani che ho conosciuto, la canzone diceva “signor giudice si mangi l’arancino col suo pomodorino…”), uno Stato che con i suoi dottor Zuccaro, dicevo, inquisisce chi salva vite invece di preoccuparsi come salvarne di più è uno Stato fondamentalmente malato, esattamente come la Polonia sotto dominio nazista in cui viveva Schindler. E tutti i miei amici di Facebook, e peggio ancora tutti i politici, che tifano per Zuccaro e invitano ad applaudirlo e a stare zitti, semplicemente dovrebbero chiedersi cosa sono diventati, quale malattia li corrode.
Ci sono persone che rischiano la vita per fuggire a epocale povertà, o a disastrose guerre, non fa una grande differenza, e ci sono persone che li aiutano a non morire annegate. Il resto, trafficanti, polizia, dottori Zuccaro, politici, sono figurine di un teatrino governato da un impresario imbecille.
Annunci