DI SILVESTRO MONTANARO
Provo sempre fastidio ad occuparmi di gente come Matteo Salvini. La storia dell’umanità è purtroppo farcita di gente come lui. Personaggi senza specifiche qualità, uomini che non hanno mai sudato la propria vita, capaci solo di costruire le proprie fortune agitando e mestando nelle paure della gente. I demagoghi, rifiuti dell’umanità.
Questo triste figuro,oggi, preannuncia che quando andrà al governo bloccherà l’invasione degli immigrati e toglierà la scorta a Roberto Saviano. Dichiarazioni vigliacche e gravissime.
Salvini sa benissimo che non c’è nessuna invasione. Le cifre degli arrivi sono al di sotto di quelle dello scorso anno. Sa benissimo che il problema è la gestione dell’accoglienza e dell’integrazione, a dir poco penosa, fin da quando la sua Lega era al governo. Ciancia di aiutarli a casa loro, ma non ha mai avuto il coraggio di attaccare una sola delle tanti ragioni di fondo che spingono alla fuga popoli interi. Lo avete mai sentito denunciare il ruolo delle multinazionali in Africa, quello della Francia nelle sue “ex” colonie, quello della finanza rapinatrice di vite e risorse nel continente nero? Mai! Quelli come lui non si mettono mai contro i potenti. Preferiscono mettere poveri contro poveri e galleggiare sulla miseria. Ieri erano i terroni del sud, oggi gli immigrati. Sempre contro gli ultimi della terra.
Osa ora minacciare Roberto Saviano. Ho avuto tanti amici sotto scorta per le loro battaglie contro le mafie. Alcuni di loro sono morti. Sono stati assassinati quando il momento era favorevole, quando venivano isolati ed abbandonati a loro stessi. Pagine vergognose della storia italiana. Salvini vuole scriverne un’altra? E da che pulpito? Non sarebbe meglio occuparsi dei propri amministratori spesso saliti alla ribalta delle cronache, a partire dai tesorieri, dal fondatore e dalla sua prole, per comportamenti illeciti? E’ questa la gente che vorrebbe salvare l’Italia? Ma fatemi il piacere…
Annunci