Considerazioni sul V.a.r. ( si e’ maschile).
Ora difficilmente una squadra vincerà grazie ad un errore arbitrale.
Le decisioni prese sono, saranno, giuste al 99% 100, il rimanente 1 per cento sara opinabile, ma non sbagliata.
Quindi partite più regolari, ma un dubbio mi sorge: deve essere chiaro chi può ” chiamare” il Var, e quando deve essere chiamato, e qui, non mi sembra ci sia già completa uniformità.
L’arbitro ha un dubbio e quindi ricorre al Var, d’accordo, ma se l’arbitro dubbi non ne ha e non rileva nulla, la chiamata dalla Cabina di regia e’ corretta? e in quali casi opportuna?
Detto che nessuna squadra in campo può far richiesta, la chiamata dall’alto, può generare sospetti, o per lo meno si può cadere nella solita sudditanza psicologica.
Cioè episodi come quella di ieri sera nella partita del Milan, ( decisa a due minuti dalla fine con un rigore assegnato al Betis, grazie all’intervento del Var) non visti da nessuno, ma rilevati dal Var, ma poi magari lo stesso Var, in altri momenti e con altre squadre decide di non segnalarli.
Servirebbe, a mio avviso, una regolamentazione molto ferrea, e che vada oltre il fatto soggettivo.
Capisco però che sia difficile.
Prepariamoci a tante polemiche.
Voi che dite?
Annunci