DI LUIGI MANCONI

https://alganews.wordpress.com/

Conosco padre Mussie Zerai da quindici anni e so quante persone è stato capace di mettere in salvo, sottraendole non solo alla morte nel Mediterraneo, ma anche al rapimento, al sequestro nei campi di prigionia sul Sinai, alle torture, alla vendita come schiavi e al traffico degli organi. Indagare padre Mussie Zerai per favoreggiamento all’immigrazione clandestina è come accusare il Dalai Lama di invocare la pace.

Annunci