DI GIORGIO CREMASCHI

https://alganews.wordpress.com/

AL LARGO DELLO YEMEN 180 MIGRANTI BUTTATI A MARE DAGLI SCAFISTI. È QUELLO CHE I GOVERNI EUROPEI, IL NOSTRO COMPRESO, CHIEDE LORO DI FARE. Aiutiamoli a casa loro è subito diventato ciò che le parole ipocritamente nascondevano: AMMAZZIAMOLI A CASA LORO. Del resto la linea Minniti, difesa da Mattarella e vescovi italiani, è questa. Pagare i trafficanti perché trattengano i migranti sulla loro sponda del Mediterraneo, possibilmente anche più indietro nel deserto. I “campi di accoglienza” che stanno allestendo le cosiddette tribù, cioé gli scafisti, finanziate dall’Italia (35 euro?) sono ovviamente lager di sfruttamento e sterminio…Ma qui cosa importa, basta che non si veda. Se chiedete ad un politico o giornalista, quasi tutti, cosa succede ai migranti in Libia, questi reagisce con fastidio ed ira: cosa volete che ne sappia, non vorrete che vengano tutti qui! L’indifferenza e la complicità verso quali altri orrori vi fa venire in mente questa risposta? Ma l’importante è che gli sbarchi cessino, o che i migranti vadano a farsi ammazzare da qualche altra parte a Ceuta, nelle isole greche, o nel deserto. A luglio sbarchi dimezzati, Minniti vanta il successo anche se per Lega e M5S non basta ancora. E così l’orrore ci abitua all’orrore e tutta questa infame Unione Euoropea dopo aver distrutto i diritti sociali dei suoi popoli ora li educa alla ferocia verso i più poveri ancora. L’insensata ferocia di massa è il brodo di cultura di tutte le guerre, chissà che prima o poi il potere non debba servirsene, si sa la crisi mica davvero è finita.
Intanto ci abituano alla convivenza e alla giustificazione verso l’orrore, come del resto in Europa, e soprattutto in Europa, è già successo.
PS: se ci sono migranti che dovrebbero essere tutti accolti in Italia sono quelli che fuggono dallo Yemen, dove fanno strage le bombe costruite in Sardegna e vendute all’Arabia Saudita.

Annunci